IL PESO DELLE EMOZIONI

Vorrei guardare i sogni
solo con la sete dei miei occhi,
attraversare voci e strade
che portano al giorno
sino al tropico dell’ anima.
Ed essere lì, dove
ogni attimo
è già domani,
oltre l’ eco delle stagioni.

Vorrei lasciarmi andare,
prima che sia adesso, dove
libero da me stesso
non ho bisogno di scelte o gridare,
dove non voglio avere ragione
e niente, resta della fine.
Solo ombre morbide come di seta,
accese schegge, in dono e
un cielo di veleno e rabbia sotto.

Vorrei contare tutte le stelle
una per una,
respiro per respiro,
leggere origami, di parole scritte
con il sapore del tempo,
per sentirne senza peso la
melodia dell’ aurora
quando ogni momento
finalmente, è frontiera.

IL PESO DELLE EMOZIONI

Annunci

NOVEMBRE

È solo un cadere di foglia,
che scende.
Poi, leggera
e piena, in sé giace
di colori mai dipinti
dell’ assente profumo d agosto,
di poesia non scritta.
Ora umida terra assorbe
e tutto si compie,
tutto muore e continua.
Nella luce del suo silenzio
mi meraviglio ancora.

Foglia

UN NEMICO PER TUTTI

C’ è un nemico che hanno in comune tutti gli esseri umani, quello che in fondo conta, quello vero. E’ come un lupo che ti bracca costantemente in ogni momento del giorno, anche quando sei felice, quando sorridi, quando ti pettini, fai la spesa, telefoni, mangi … sempre. Non te ne accorgi ma sta lì, ti osserva acquattato nelle profonde pieghe dell’ anima, sussurrando la sua presenza, senza esserci ma pronto ad azzannarti con i suoi artigli. Non lo vedi, non lo odori, non fa ombre sui muri.
Il suo punto forte è la nostra debolezza. Cerca questa perché di questa si nutre.
L’ unico modo per sconfiggere questo lupo non è ucciderlo, ma entrare con decisione nella sua tana e attenderlo lì. Basta entrare nella sua tana scura e si allontana, diventa docile, se ne va.
Questo nemico feroce che abbiamo in comune, che non ha forma, ma che vive nel tempo, che vive dentro di noi, dove ha la sua tana, ha un nome: PAURA.

Foto: http://data.whicdn.com/images/241022145/large.jpg

PROVOCHESCION

Orsù bimbe, bimbi e popoli d’ ogni dove dello sferoide terracqueo: sta arrivando.
Lo stanno già sistemando sugli scaffali degli store, degli ipermercati e ultramercati. Cosa? Ma lui, ovvio! L’ IPhone X.
Fa tutto; voi non avete neanche bisogno di esistere, ci pensa lui.

face id

Mi raccomando, durante l’ attesa, in fila per 3 col resto di 4, e senza spingere.

IL DISSENSO

Ecco, se togliamo dalla prefazione di Mimmo Repetto del libro “Hanno tutti ragione” di Paolo Sorrentino:
i bambini;
il Jazz;
la pittura contemporanea;
i panda;
le case col panorama;
la poesia;
la fantascienza.

QUESTO SONO IO
E scusate se è poco.