ESTERNAZIONI EXTEMPORE

Chi ha creato la crisi economica? I banchieri e gli economisti. Chi è stato incaricato di risolverla? I banchieri e gli economisti, coadiuvati dai loro lacchè di fiducia, cioè i politici. Come la stanno risolvendo? Aumentando le tasse. Ma che bravi, ma quanto sono bravi. Cioè, pure un’ ornitorinco ha più fantasia. Le tasse le sa mettere e aumentare pure un bimbo di 10 anni.
Di questi grandiosi luminari del credito, dicasi nessuno nel 2008 ha detto: – Oh, se continua così finisce che arriva la crisi, diamoci una calmata! Dove stavano? Dove erano nel 2008? Con la siccità incombente che fanno oggi questi contadini della domenica, per evitare di perdere i limoni dell’ albero? Spremono i limoni per innaffiare l’ albero pieno di rami secchi. Ma siete dei grandi, una meraviglia. Avete una fantasia che è pari a quella dei vostri abiti, colore e odor coscienza di topo morto sull’ autostrada.
Ora spuntano chi sorridente come un ebete, chi chiagnazzaro seppellito d’ oro, dichiarando e imponendo: tasse, accise, balzelli, imposte e pizzi vari. Uscite i soldi, piccioli, sghei e palanche dalle tasche, quello che resta. Ancora. E che fa la gente? Paga le tasse, e quello che va in tasse non lo spende, perché la loro cassa non è un maglione che si sdillabbra. Non spendendo, chi non riceve denaro paga meno tasse. È naturale. E quindi meno introiti nelle Casse dello Stato. Soluzione? Ancora più tasse. Si sa, lo Spread sale, ma la vecchina al mercato si e no, conosce il prezzo di un chilo di zucchine non di un chilo di Spread. Ma lo sanno questi grandiosi luminari dell’ economia, che a chi non ha niente non si può chiedere niente? Bravi. 
Ritornando ai politici (che non sono altro): non si sono levati un Euro per solidarietà. Uno, uno solo che sia uno, misero e ramingo nella cassetta delle elemosine. Non potevano, erano impegnati a togliere dalle galere con votazioni segrete (bei vigliacchi) i loro colleghi politiconzoli da codazzo e strapazzo che si sono fregati tutto il possibile con tangenti, corruzioni, malversazioni, falsi ideologici e peculati vari. Almeno non si vedono più tutti schierati in bella mostra davanti alle telecamere dei presentatori di regime, vuoi perché la gente ormai non li contesta più, ma direttamente li insulta come fossero (o lo sono per davvero?) degli squallidi ruba galline, vuoi perché rischiano il linciaggio continuando a farsi vedere in giro. Ogni tanto spunta qualcuno di questi e spara la cazzata mirabolante: – Abbiamo la soluzione politica! Abbiamo la soluzione politica!
E qual’ è? Elezioni presidenziali dirette. Ma va a cagare va!

9 pensieri su “ESTERNAZIONI EXTEMPORE

  1. Walter io lo ripeto, come un ritornello, da sempre: una manovra così la poteva fare pure il ragioniere della cassa di risparmio. Non serviva scomodare i bocconiani…
    Per quanto riguarda i politici o meglio il fallimento della politica non basta più il pietoso velo. Una maledizione divina ci vorrebbe…

  2. Caro Walter, tu hai ragione, ma …mi chiedo: se questi gentiluomini continuano
    imperterriti da tanto infinito tempo a distruggere il Paese, noi…perché restiamo sempre
    affacciati alla finestra in attesa di correre in soccorso di un vincitore ?( Flaiano).
    Nel bene e nel male siamo noi che li votiamo… e allora…
    Baci
    Mistral

  3. Direi proprio che la tua esternazione non ha tralasciato nulla, però c’è anche da dire che le associazioni di categoria, i sindacati ed in genere chi dice che difende i diritti degli acquirenti ecc. ecc. non è che si siano dati tanto da fare per fermare chi ha e chi sta a tutt’oggi spremendo gli italiani (quelli senza grandi palanche in tasca ovviamente)
    Ciao, Pat

  4. Avete tutte ragione, ma c’ è un problema serio, e va risolto. Questi sono quattro anni che ci girano attorno e … ancora niente, anzi peggiorano le cose.
    Se sono incompetenti, sono invitati a andare a casa.
    Non è più solo un malcontento economico, ma sociale. E non è un problema di politica, ma esterno. Proprio di approccio errato.

  5. Nel 2013 andremo alle elezioni e continueremo a votare questa (e quella gente) anche perchè sul piatto altro non c’è. Se voti li legittimi e se non voti gli dai carta bianca. E’ come volersi suicidare ed essere indecisi tra il salto dal sesto piano e la canna della pistola.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...