La Torre di Babele

A Ostia, dietro casa mia, il lunedì e il venerdì mattina ci sono due mercati. In una strada c’è la solita sfilata, comunque dignitosa, di bancarelle. Ma nella strada parallela, in mezzo alla pineta, c’è un altro mercato, molto più frequentato. E’ il mercato straccione, di quelli che vivono con i resti. Mi ricorda Mosca dove noi turisti andavamo in cerca di rarità a Ismailov, il mercato dei ricchi, ma ce n’erano altri due dove ci guardavamo bene dall’andare: era destinato ai figli della grande crisi nella Russia del post-comunismo. In Italia stiamo vivendo probabilmente la stessa situazione o ci siamo quasi. Quel mercato-bis di Ostia è fatto di robaccia, quella trovata nei cassonetti dell’immondizia: sì, spesso sono gli zingari a rovistare e a farne un affare. Ma sempre più spesso mi è capitato di vedere persone “normali”, anziani, donne vestite modestamente. Stamattina ho voluto vedere da vicino: c’era di…

View original post 82 altre parole

Annunci

2 pensieri su “

  1. Praticamente … a sopravvivere.
    Questa condizione non deve essere accettata in nessun Paese del Mondo, figuriamoci nella “evoluta” Europa.

    Beh, i ricchi sono immuni … finché sono ricchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...