TRA MENEFREGHISMO E OTTUSITA’

Storia di tre giorni fa.
Era pronto a darsi fuoco e lanciarsi dal quarto piano di un palazzo di viale Regina Margherita. Ma grazie a un intervento dei carabinieri è stato scongiurato il peggio. Questa la vicenda di un imprenditore edile che, a causa dei problemi economici e dei crediti avanzati e mai riscossi, ha tentato il suicidio. Aveva raggiunto il cornicione del palazzo con in mano una bottiglia di benzina e un accendino. I militari hanno raggiunto immediatamente lo stabile  e dopo essersi fatti consegnare l’accendino e la bottiglia, hanno tirato l’uomo dal braccio riportandolo all’interno dell’edificio.

La storia dell’uomo e i crediti avanzati
L’uomo avanzava dei crediti da una comunità sanitaria. La sua ditta si era aggiudicata l’appalto per la ristrutturazione della sede. Lavori che erano stati ultimati nell’agosto 2012. Ma da allora la comunità non ha saldato i debiti. L’imprenditore stretto dalla morsa dei “suoi” debitori, si era visto chiudere le porte in faccia dalle banche. I militari come infine, hanno rintracciato uno dei responsabili della comunità, che poco dopo è giunto in caserma. Il debitore ha cercato subito di rimediare, anche se solo in parte, consegnando all’imprenditore 2.200 euro in contanti.

SUICIDIO

Qui la domanda tra il menefreghismo dei debitori e l’ ottusità dello Stato e delle Banche:che deve fare uno ogni volta che deve essere pagato per i lavori svolti? salire su un cornicione?

Oppure su un albero come quello qui sotto l’ anno scorso?

http://www.youreporter.it/video_Imprenditore_minaccia_di_impiccarsi_-_Messina_-

Annunci

Un pensiero su “TRA MENEFREGHISMO E OTTUSITA’

  1. Ciao Wartere, pemmò so a la capitale er picci funziona mejo. Dimani chissà indove me porta er vento. Er nonnetto de centanni se dato, era stufo de sentì riccontà listesse fregnacce. Poveri noantri che li dovemo incora sta a sentì. ‘N caro saluto e ‘n abbraccico forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...